Condividi su :

Come funziona il bando INAIL 2023?

Restare costantemente informati sulle novità in programma nel mondo della finanza agevolata è vitale, per chi fa il nostro lavoro. Quindi, oltre a leggere libri, notizie e frequentare seminari, periodicamente controlliamo anche le chiavi di ricerca degli utenti su Google, in modo da essere pronti a rispondere a qualsiasi domanda. Il risultato della nostra ultima ricerca ci ha stupiti. “Come funziona il bando INAIL?” è una delle query di ricerca informative più gettonate in questo ultimo periodo. Mossi dalla curiosità abbiamo continuato la nostra ricerca, andando più in profondità e, legando insieme i risultati delle diverse interrogazioni, abbiamo messo insieme quella che può essere considerata un’introduzione al Bando ISI INAIL, che comprende le domande più comuni fatte da voi utenti. 

Buona lettura. 

Cos’è il Bando Inail?

Il Bando ISI INAIL, noto anche semplicemente come Bando Inail, è un’iniziativa dedicata alle imprese che offre un contributo a fondo perduto per promuovere la realizzazione di progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti in azienda. Attraverso il contributo INAIL, è possibile sostenere progetti di rimozione e smaltimento dell’amianto, sostituire macchinari obsoleti con nuovi, ridurre il rischio legato al sollevamento di carichi pesanti e molto altro ancora. Inoltre, grazie al Bando ISI INAIL Agricoltura, le micro e piccole imprese agricole sono incoraggiate all’acquisto di nuovi e innovativi macchinari e attrezzature di lavoro.

Chi può partecipare al Bando Inail ? 

Possono partecipare al Bando Inail tutte le imprese, anche individuali, presenti sul territorio italiano iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

Tuttavia, per alcune specifiche linee di finanziamento, possono partecipare anche gli enti del terzo settore, ovvero le organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici ed imprese sociali.

Ecco quindi quali sono i requisiti necessari per partecipare al Bando Isi Inail che l’impresa richiedente, al momento della domanda, deve soddisfare:

  • Avere attiva nel territorio di questa Regione/Provincia autonoma l’unità produttiva per la quale intende realizzare il progetto.
  • Essere iscritta nel Registro delle Imprese o all’Albo delle Imprese Artigiane.
  • Non essere in pieno stato di liquidazione volontaria, né essere sottoposta ad alcuna procedura concorsuale.
  • Essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi.
  • Non aver chiesto, né aver ricevuto, altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda.
  • Non aver ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo, relativi ai tre precedenti Bandi.
Il contributo assegnato

Il Bando Inail  consente alle aziende di ricevere un finanziamento a fondo perduto del 65%, fino a un massimo di 130.000 euro, per nuovi investimenti aziendali volti al potenziamento della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

I progetti ammessi a finanziamento per l’edizione 2023 del bando devono riguardare: 

Il contributo a fondo perduto erogato dall’INAIL resta uguale per ogni Asse di finanziamento, fatta eccezione per quella riservata ai giovani agricoltori, che vedono aumentare il contributo all’80%. 

Per facilitarti la ricerca abbiamo elaborato per te una scheda riassuntiva per ogni Asse, che comprende l’elenco dei rischi e le spese ammissibili. Puoi consultarla cliccando sulla voce di tuo interesse presente nell’elenco precedente. 

Quali sono le spese ammissibili per il Bando INAIL 2023? 

Dipende dall’Asse di finanziamento scelto ma, generalmente, riguardano: 

  1. Le spese direttamente necessarie per il completamento del progetto.
  2. Le spese accessorie o strumentali che contribuiscono alla realizzazione del progetto e sono essenziali per renderlo completo.
  3. Eventuali spese tecniche, entro i limiti stabiliti dalla normativa.

Tutte le spese ammissibili devono essere relative a progetti non ancora realizzati o in corso al momento della chiusura dello sportello telematico.
Al contrario, non saranno ammesse le seguenti tipologie di spese:

  • Acquisizioni tramite locazione finanziaria (leasing).
  • Acquisto di beni usati.
Come funziona il bando ISI INAIL 2023? 

Il bando ISI INAIL si articola in tre diverse fasi, ognuna di queste, a sua volta, comprende una serie di “sotto fasi”. 

Fase 1: Presentazione della domanda

  • Le imprese interessate devono avviare il processo attraverso un portale dedicato.
  • Durante questa fase, è necessario verificare l’idoneità del progetto e caricare la domanda. La verifica dell’idoneità del progetto può essere definita una sorta di sotto fase. È la corretta redazione di questo che fa la differenza nelle fasi successive, ma di questo parleremo in maniera approfondita in un altro articolo. 
  • Una volta completati questi passaggi, verrà generato un codice identificativo univoco per la domanda.

Fase 2: Invio del codice identificativo (click day)

  • Le imprese devono inviare il proprio progetto tramite uno sportello informatico, utilizzando il codice identificativo ottenuto nella fase precedente.
  • Sarà fissato un giorno e un orario specifico per l’invio delle domande, al fine di stabilire un ordine di priorità cronologico.
  • Le date e gli orari per l’apertura e la chiusura dello sportello saranno comunicati sul sito dell’Inail.

Fase 3: Caricamento della documentazione

  • Le domande ammissibili devono essere confermate entro trenta giorni dalla comunicazione degli elenchi cronologici, caricando la documentazione richiesta per il completamento della fase istruttoria.

Il bando ISI INAIL è probabilmente uno dei più complicati in circolazione.

Affrontare la procedura appena elencata richiede attenzione e soprattutto esperienza: altrimenti si rischia di veder rifiutato il progetto dopo il superamento del click day. 

Per questo è SEMPRE consigliato ricorrere all’assistenza di consulenti esperti, capaci di fornire un servizio a 360°.

Noi di ISI Consulting, per esempio, vantiamo all’interno del nostro organico un team di ingegneri specializzati anche nella valutazione del rischio all’interno dell’azienda, in grado di seguire l’imprenditore a partire dalla scelta dell’Asse di finanziamento giusto. 

Perchè sì, anche questo conta se vuoi vedere andare in porto il tuo progetto, assicurandoti il 65% a fondo perduto.

Hai letto tutto l’articolo ma hai comunque delle domande sul Bando ISI INAIL 2023? 

Scrivici per prenotare la tua consulenza GRATUITA con il nostro esperto del bando. 

PIANO TRANSIZIONE 5.0

Benvenuto a bordo! 

Il tuo download è pronto. Clicca sul link qui sotto per scaricare il file.

resta aggiornato sul tema

Sei interessato a ricevere aggiornamenti su Come funziona il bando INAIL 2023??

Inserisci la tua e-mail per ricevere aggiornamenti su questo argomento. Non perdere l’occasione di ricevere informazioni sulle modalità

PIANO TRANSIZIONE 5.0

Scarica la nostra GUIDA GRATUITA

Sfrutta gli incentivi fiscali del piano Transizione 5.0 e innova i tuoi processi aziendali