Condividi su :

La ZES Unica nel Sud: opportunità o sfida per le imprese?

La Zona Economica Speciale (ZES) Unica per il Sud Italia è diventata operativa, e molte aziende hanno già preparato la documentazione necessaria per presentare le proprie domande o la stanno presentando mentre scriviamo. Tuttavia, è fondamentale non sottovalutare gli ostacoli e le sfide che potrebbero emergere.

Complicazioni Potenziali del Decreto

Nonostante i benefici ampiamente pubblicizzati della ZES Unica, ci sono alcune complicazioni significative che meritano attenzione. Una clausola critica del decreto prevede che, in caso di richieste di finanziamento che superano l’importo stanziato di 1,8 miliardi di euro, l’importo del credito d’imposta sarà ridotto proporzionalmente. Questo scenario è molto probabile, data l’alta attesa e la popolarità della ZES, e potrebbe significare che la tua azienda riceverà meno fondi di quanto previsto, influenzando negativamente i tuoi piani di sviluppo.

Scadenze Stringenti e Requisiti di Realizzazione

Le scadenze imposte dalla ZES sono particolarmente rigide. Per esempio, entro il 15 novembre 2024, tutti i beni strumentali devono essere fisicamente presenti nell’azienda e deve essere disponibile l’atto notarile di acquisto dell’immobile. È essenziale chiedersi se sia possibile rispettare tali termini, dato che eventuali ritardi escluderanno il progetto dai benefici del credito d’imposta.

Valutazione del Beneficio Reale dell’Agevolazione Fiscale

È importante anche riflettere sulla reale utilità dell’agevolazione fiscale offerta dalla ZES. Il vantaggio, sebbene immediato, non si traduce in liquidità diretta ma in un credito d’imposta da ammortizzare nel tempo. È cruciale considerare se questa forma di beneficio sia realmente adeguata alle esigenze attuali della tua impresa.

Nuove Opportunità di Finanziamento

La ZES Unica per il sud, però, non rappresenta l’unica freccia all’arco delle imprese del sud che vogliono investire nella loro crescita e sostenibilità.
A breve, sarà rifinanziato uno strumento di finanza agevolata con  caratteristiche simili alla ZES, ma più flessibilità e condizioni potenzialmente più vantaggiose:

  • Copertura delle Spese: Fino al 75% delle spese ammissibili può essere coperto tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato, con fondi accreditati direttamente sul conto aziendale.
  • Maggiore Flessibilità: Sono supportate più tipologie di investimenti.
  • Tempi di Realizzazione Estesi: Il nuovo strumento permette di completare i progetti entro tre anni dall’ammissione al bando, offrendo più tempo per la realizzazione rispetto alla ZES.

Sebbene la ZES Unica rimanga un valido strumento per le imprese del Mezzogiorno, valutare l’opportunità di affiancarla o sostituirla con queste nuove opzioni potrebbe essere una mossa strategica cruciale. Non perdere l’occasione di esplorare tutte le possibilità e di massimizzare i benefici per la tua azienda.

Per ulteriori informazioni o per una consulenza gratuita, contatta il nostro team al numero 081 18460557 o compila il modulo.

Siamo pronti a fornirti tutte le indicazioni necessarie per navigare queste opportunità di finanziamento e ottimizzare le tue scelte.

ISI contatti

Vuoi chiedere informazioni su La ZES Unica nel Sud: opportunità o sfida per le imprese??

Compila il form per qualsiasi richiesta, verrai contattato al più presto da uno dei nostri consulenti.

PIANO TRANSIZIONE 5.0

Benvenuto a bordo! 

Il tuo download è pronto. Clicca sul link qui sotto per scaricare il file.

resta aggiornato sul tema

Sei interessato a ricevere aggiornamenti su La ZES Unica nel Sud: opportunità o sfida per le imprese??

Inserisci la tua e-mail per ricevere aggiornamenti su questo argomento. Non perdere l’occasione di ricevere informazioni sulle modalità

PIANO TRANSIZIONE 5.0

Scarica la nostra GUIDA GRATUITA

Sfrutta gli incentivi fiscali del piano Transizione 5.0 e innova i tuoi processi aziendali